Domino Solutions da la possibilita' di visionare 6 portafogli aggressivi e difensivi, ETF e azioni, sia americani sia europei. Offre anche un servizi di report giornaliero per investire in CFD intraday su forex, materie prime, azioni e indici con azioni dove investire, alert intraday, come guadagnare col forex, come investire 30000 euro, come investire i propri soldi, etf cina, etf mercati emergenti



QE in Europa: implicazioni e opportunità di investimento

03 Febbraio 2015

Le informazioni e i dati sono ritenuti accurati, ma non ci sono garanzie. Domino Solutions non è un consulente d'investimento e non offre consigli specifici di investimento. Le informazioni qui contenute sono solo a scopo informativo.



QE in Europa: implicazioni e opportunità di investimento

Differenza tra QE eropeo, quello degli Stati Uniti e nel Regno Unito. Il QE europeo annunciato dalla BCE la scorsa settimana è costituito da un acquisto mensile di 60 miliardi di euro di bond pubblici e privati, che durerà almeno fino a settembre 2016. Gli acquisti in euro del debito avrà una curva di rendimenti tra i 2 e i 30 anni, mentre le scadenze rappresenterenno non più del 25% di ogni acquisto. Gli acquisti di debito saranno mutualised, condividendo la perdita fino al 20% e il resto del 80% resterà alle banche centrali nazionali.

È interessante notare che il debito pubblico acquisita dalla BCE è solo investment-grade, così, il debito di Grecia e Cipro probabilmente non saranno considerato per questo round. Mentre sia la Fed sia la BoE (Bak of England) hanno riacquistato il debito pubblico, così sarebbe lo stile della BCE, molto simile, la mancanza di mutualizzazione del debito attraverso l'Eurozona inclina i benefici verso i paesi con migliori fondamentali nel 2016, quando il QE inizierà a rallentare.

Inoltre, il meccanismo di trasmissione di finanziamento nella zona euro non funziona proprio in maniera identica, come negli Stati Uniti o nel Regno Unito. I tassi più bassi in tutta la zona euro dovrebbero abbassare i tassi per le imprese e le persone, ma non possono vedere l'impatto di questi tassi a breve termine e in modo uniforme in tutti i paesi euro. I Corporates Euro usano molto meno debito obbligazionario rispetto al Regno Unito o le imprese degli Stati Uniti. Anche se il mercato obbligazionario europeo ha visto una crescita significativa dopo la crisi finanziaria del 2009, la maggior parte del debito societario, soprattutto per le scadenze a lungo termine e per le piccole e medie imprese, è ancora debito bancario che sarà lento da regolare sul mercato i rendimenti.

La conseguenza a lungo termine sarà positiva è ciò può incoraggiare le PMI ad aumentare il finanziamento con obbligazioni societarie ad emissioni sul mercato eurobond, proprio come ha fatto dopo il 2009, quando la liquidità bancaria era prosciugata. Così, nel medio termine e lungo - questa è una parte delle PMI in Spagna e in Italia e in altri mercati in euro non-core in cui i tassi sui prestiti bancari sono al 4-6%.



La maggior parte degli effetti positivi immediati, tuttavia, sarà sulle grandi imprese della zona euro provenienti da Germania, Francia, Spagna e Paesi Bassi (che operano prevalentemente all'interno della zona euro e in quanto tali non hanno un impatto valutario negativo sulle loro fatturato) e che possono migliorare il loro tasso di indebitamento medio sostanzialmente.

I mutui dell'Eurozona sono in linea di massima fissati da 1 a 5 anni e oltre, e il rifinanziamento per questi mutui non è semplice. Mentre la quota di mutui a tasso variabile è aumentata dal 2009, i mutui a tasso fisso sono ancora predominanti in Francia, Italia, Paesi Bassi e Germania, quindi ci vorrà del tempo per l'effetto ricchezza dai mutui inferiori e di rifinanziamento per avere un impatto sui consumi. D'altra parte, paesi come la Spagna e l'Irlanda, dove la maggior parte dei mutui si basano sui tassi variabili, possono beneficiare maggiormente sul breve termine.

I mercati azionari dell'area euro non sono così sviluppati come in Gran Bretagna o negli Stati Uniti in relazione alla dimensione del loro PIL. Come mostra il grafico qui sotto, il rapporto tra il mercato azionario e il PIL in alcuni paesi europei come la Francia e in Italia è incredibilmente basso rispetto al Regno Unito o negli Stati Uniti. I paesi con i mercati azionari più sviluppati, come i Paesi Bassi (EWN), Belgio (EWK), Francia (EWQ) e Spagna (EWP) probabilmente beneficeranno maggiormente di un rischio sul trader azionario.



Bassi tassi potranno beneficiare di nuovi investimenti nel settore immobiliare e siamo propensi a vedere i prezzi immobiliari che saliranno ancora più in alto soprattutto nei paesi in cui i mercati azionari non sono molto popolari e nei paesi con i tassi di ipoteca per lo più variabili. Nonostante una forte performance nel corso dell'anno passato, i REIT tedeschi come Deutsche Wohnen (DWHHF) e Deutsche Annington (DAIMF) sono ancora la migliore posizione per approfittare di un mercato immobiliare in aumento. Alcuni sviluppatori immobiliari spagnoli come Immobiliaria Colonial [SM] può anche essere un interessante però molto volatile.

Il basso tasso di cambio dell'Euro probabilmente porterà significativi cambiamenti positivi, anche se alcuni economisti non la pensano così dato i molti beni prodotti dalle aziende che producono in Euro al di fuori del territorio della zona euro. Il settore dei servizi, in particolare, il settore dei viaggi e del tempo libero tra cui aziende come TUI AG, è un chiaro vincitore della valuta bassa. Le PMI e le imprese con basi di produzione ed esportazione al di fuori dell'area ne beneficeranno.

Un tasso di cambio più basso per l'euro continuerà a sostenere gli esportatori, in particolare i più grandi due esportatori della zona euro che sono anche produttori altamente competitivi: per lo più la Germania (che secondo WTEx, ha prodotto circa il 29% delle esportazioni europee nel 2013 e ha un grande settore delle PMI) e, in misura minore, i Paesi Bassi (con circa il 9-10% delle esportazioni europee nel 2013, ma un settore più piccolo). In Italia solo la spinta stimata del PIL da una valuta più basso è di circa lo 0,6% all'anno (CSC, Il Sole 24).

Mentre i benefici del QE saranno ampiamente diffusi e possono dare nuova tregua a paesi come l'Italia e la Francia, un po' ironicamente il più grande impatto positivo andrà a beneficio dei paesi che hanno combattuto. Gli olandesi e, in misura minore, i mercati azionari belga e settori immobiliari in paesi come la Germania e la Spagna saranno probabilmente i grandi vincitori.




Tag:

Le informazioni e i dati sono ritenuti accurati, ma non ci sono garanzie. Domino Solutions non è un consulente d'investimento e non offre consigli specifici di investimento. Le informazioni qui contenute sono solo a scopo informativo.


SEGUI I NOSTRI ALERT GRATIS
Vorrei essere informato gratuitamente ogni volta che modificate il vostro portfolio e ricevere un'email quando inserite un nuovo articolo o report

SEGUICI SU GOOGLE+
ADV
I NOSTRI SUCCESSI DEL 2015
Recordati (REC.MI) 28/10 +116%
Heineken® (HEIA.AS) 28/10 +19%
Reynolds A (RAI) 21/10 +11%
Weibo (WB) 05/10 +20%
Intesa SP (ISP.MI) 12/09 +9%
Lockheed martin (LMT) 24/08 +11%
Medivation (MDVN) 22/08 +23%
DCP Mid. (DPM) 27/07 +22%
Brembo (BRE.MI) 06/07 +72%
Altria Group (MO) 05/07 +41%
General Mills (GIS) 05/07 +24%
Sequential (SQBG) 07/06 +35%
IMA Spa (IMA.MI) 03/06 +21%
Northrop gru. (NOC) 11/05 +78%
John. & John. (JNJ) 03/05 +10%
Adidas Ag (ADS.DE) 28/04 +49%
Under Armour (UA) 25/04 +28%
Coca Cola (KO) 20/04 +71%
Ulta Salon (ULTA) 31/03 +28%
Reynolds (RAI) 21/03 +37%
Starbucks (SBUX) 24/02 +19%
MARR (MARR.MI) 18/01 +10%
Ferrovial(FER.MC) 06/01 +31%
Avago(AVGO) 15/12 +16%
Safran(SAF.PA) 23/11 +22%
Intesa SP(ISP.MI) 17/11 +16%
CVS Health(CVS) 02/11 +30%
Foot Locker(FL) 23/10 +14%
Disney(DIS) 21/08 +122%
Apple(APPL) 04/08 +44%
Mylan(MYL) 27/07 +11%
Robert Half(RHI) 24/07 +90%
Texas R.(TSRH) 30/06 +43%
Interpump (IP.MI) 09/06 +10%
Alten(ATE.PA) 09/06 +11%
MSCI Pacific 09/06 +15%
MSCI Australia 04/06 +18%
Deutsche P.(DPW) 12/05 +148%
World Cons.Disc. 07/05 +17%
BMW SE (BMW) 29/04 +18%
Buffalo Wild (BVLD) 29/04 +17%
Esprinet Spa (PRT) 29/04 +18%
Allianz SE (ALV) 24/04 +15%
3M Co (MMM) 23/04 +45%
Sol (SOL) 15/04 +15%
Cap Gemini (CAP) 07/04 +31%
Reply Spa (REY) 07/04 +51%
Polaris Ind. (PII) 27/03 +42%
Union Pacific (UNP) 27/03 +35%
Ingenico (ING.PA) 26/03 +35%
SPDR SP500 (SPY) 26/02 +46%
Duke energy (DUK) 17/02 +12%
AbbVie Inc. (ABBV) 09/02 +7%
Southwest (LUV) 03/02 +30%
Procter Gam. (PG) 30/01 +9%
Lockheed (LMT) 30/01 +30%
Biesse Spa (BSS) 28/01 +36%
DOMINO SOLUTIONS CONSIGLIA
Investire come Warren Buffett: Strategie di acquisizione e value investing per guadagnare in borsa
ADV
CATEGORIE ARTICOLI
Analisi ETF
Analisi tecnica
Economia generale
Grandi investitori
Materie prime
Report Domino
Società analizzate
Valute
Warren Buffett
ULTIMI ARTICOLI
2017-01-20 Una valida strategia per realizzare rendimenti annui superiori alla media è quella di puntare su aziende che generano un dividendo in aumento da diversi anni, concentrando l’attenzione sulla costanza con cui esso sale nel tempo. Il metodo migliore per sfruttare questi dividendi incassati, se l’ottica di investimento è di lungo periodo, è quello di...
2017-01-17 Il prezzo del rame, nel contesto dei mercati, ha un significato diverso dalle altre materie prime. Infatti, questa "speciale" commodity è associata con la salute dell'economia, agisce come un barometro della forza economica, da qui il suo alias "Dr. Copper. Allora la domanda nasce spontanea, il suo prezzo nel 2017 salire o scenderà? Secondo noi il ...
2017-01-11 Il 2017 ormai è iniziato e molti economisti e analisti avranno detto la loro su cosa si attendono per quest'anno, diamo anche una nostra visione come Domino Solutions per capire cosa ci potremmo attendere in alcuni settori importanti. Partiamo ovviamente da quello che potrebbe accadere a livello geopolitico. Le aspettative dello scorso anno ave...
2017-01-05 I titoli con dividendo scelti, sono ottime aziende con un forte flusso di cassa, per cui candidati ad una crescita nel 2017, inoltre hanno ottimi dividendi che potranno essere intascati in attesa della plusvalenza sul prezzo. Giusto un anno fa, nel giro di 2 settimane il mercato è sceso di quasi un 10%, diventando cosi un ottimo momento per gli ...
2016-12-27 Dopo un anno all'insegna dell'incertezza, sta per avviarsi un 2017 la cui lettura appare ancora complessa. Per questo motivo occorre prendere seriamente in considerazione l'investimento non solo in attività finanziarie "classiche" come le azioni, bensì anche in materie prime che diano interessanti ritorni. Oro e Argento Le prime materie prime ...
Ultimi Articoli
come investire i risparmi, investire 50000 euro, ETF mercati emergenti, giocare in borsa, investimenti sicuri, scalping trading, forex scalping strategies, short etf, investire in oro, etf cina, come investire in azioni
come investire 30000 euro, come investire 20000 euro, come investire denaro oggi, come investire i risparmi oggi, investire in oro conviene, come investire 60000 euro, portafoglio ETF, migliori azioni 2015
ETF metalli preziosi, come investire nel 2016, come investire 2016
Domino Solutions
Via Amilcare Arletti 5 41012 Carpi, Emilia Romagna Italia
info@dominosolutions.it
Tel: +39059665319