Domino Solutions da la possibilita' di visionare 6 portafogli aggressivi e difensivi, ETF e azioni, sia americani sia europei. Offre anche un servizi di report giornaliero per investire in CFD intraday su forex, materie prime, azioni e indici con azioni dove investire, alert intraday, come guadagnare col forex, come investire 30000 euro, come investire i propri soldi, etf cina, etf mercati emergenti

Condividi questo articolo con colleghi o amici:


Investire in Petrolio: la volatilità dei prezzi continuerà

10 Febbraio 2016

Le informazioni e i dati sono ritenuti accurati, ma non ci sono garanzie. Domino Solutions non è un consulente d'investimento e non offre consigli specifici di investimento. Le informazioni qui contenute sono solo a scopo informativo.



Il prezzo del petrolio è stato estremamente volatile ultimamente, a causa di una serie di notizie. Oltre a sentire discorsi relativi ad un taglio della produzione, i prezzi sono stati influenzati da un eccesso costante delle scorte di petrolio. Mentre alcuni dei dati sembrano molto ribassisti, altri indicatori sono stati più positivi, soprattutto quando si tratta del conteggio degli impianti di perforazione, che continua a precipitare. Nel breve termine, questo dovrebbe creare volatilità, ma il quadro a lungo termine continua a migliorare. Dopo essere salito, in previsione di un incontro tra l'OPEC e la Russia membro non OPEC, i prezzi del petrolio sono scesi dopo la notizia dell'EIA (Energy Information Administration) che le scorte di petrolio la scorsa settimana sono aumentate rispetto al punto in cui erano solo la settimana prima.

Questo ha, senza dubbio, un impatto su tutti gli operatori di questo settore. I dati presentati nel corso della settimana sono stati un mix di notizie sia rialziste sia ribassiste. Secondo l'EIA, le scorte di petrolio per la settimana sono aumentate di 7.791 milioni di barili, salendo da 494,9 milioni a 502,7 milioni di barili. Questo ha superato l'accumulo di 3,8 milioni di barile previsto dall'API (American Petroleum Institute). Oltre a vedere che la produzione continua persistentemente, gli inventari sono stati negativamente influenzati da un aumento delle importazioni, aggiungendo inoltre la preoccupazione che la sovrabbondanza nel mercato continuerà a crescere.

Fortunatamente ci sono state un paio di categorie che hanno mostrato miglioramenti settimanali. Secondo l'EIA, i carburanti distillati hanno subito una leggera flessione di 0,8 milioni di barili cosi come il propano/propilene, in calo di 5,6 milioni di barili. Il calo, nel secondo caso, è maggiormente imputabile ad una motivazione di carattere stagionale, ma rimane comunque modestamente incoraggiante nel vedere i livelli di molte categorie migliorare nel breve periodo.

L'aspetto negativo di tutto questo è che le altre categorie hanno visto significativi aumenti. L'EIA è convinta che la benzina è riuscita ad aumentare di 5,9 milioni di barili durante l'ultima settimana, passando da 248,5 milioni a 254,4 milioni di barili. Anche se questo è sicuramente un elemento negativo per il mercato del petrolio, non è significativamente più elevato rispetto ai 240,7 milioni di barili visti lo stesso periodo dell'anno scorso e non è necessariamente in uno stato di eccesso.

Certo i carburanti in questa categoria sono elevati ma, tra il gennaio del 1971 e l'ottobre del 2015, i livelli sono stati pari o superiore a questo livello. Come risultato di questo aumento il petrolio greggio e i prodotti derivati sono saliti ancora più in alto, con un'impennata di 9,6 milioni di barili, collocandoli molto vicini ai livelli record sperimentati nel 1980. Una cosa buona riportata nel rapporto dell'EIA si riferisce alla produzione di petrolio. Secondo i dati forniti, la produzione settimanale è stata in media di 9.214 milioni di barili al giorno. Questo significa che la produzione di petrolio negli Stati Uniti è diminuita di 7.000 barili al giorno. Questo è certamente positivo ma il calo è stato cosi sottile che gli investitori lo potrebbero vedere come un errore di arrotondamento, proprio come è successo nel corso degli ultimi mesi, durante i quali la produzione di petrolio è rimasta più o meno costante.

In termini di domanda di benzina, abbiamo visto una certa stabilizzazione ma le cose non sono ancora buone. Per la settimana l'EIA ha segnalato una domanda per un totale di 8.341 milioni di barili al giorno. Questo è ben al di sotto dei 8.941 milioni di barili al giorno visti la settimana prima, ma solo leggermente inferiori rispetto alla stessa settimana dello scorso anno. Utilizzando le medie di quattro settimane, per quest'anno e l'anno scorso, la domanda è inferiore solo dello 0,9%.

Un indicatore che è stato estremamente positivo è il conteggio delle trivelle, rilasciato dalla Baker Hughes (BHI) il 5 febbraio. Secondo cui, il numero di piattaforme petrolifere in funzione per la settimana è crollato di 31 unita a 467. Ciò rappresenta un calo del 59% rispetto ai 1.140 impianti visti in funzione nello stesso periodo dell'anno prima, e suggerisce che il rallentamento della produzione di petrolio deve, finalmente, prendere piede.


Nel frattempo le trivelle hanno avuto un leggero aumento in Canada, salendo di 5 unità a 131. Anche se è ancora inferiore del 28,8% rispetto al conteggio di 184 unità dello scorso anno. Al di là di ogni dubbio, i dati sul petrolio di questa settimana sono stati tra i peggiori che si siano mai visti. Siamo riusciti a vedere alcuni indicatori positivi, come la stabilizzazione della domanda, un'altra tendenza ribassista nella produzione, alcune categorie di prodotti petroliferi crollare e un bel calo del numero degli impianti di perforazione, ma l'aumento complessivo del greggio sembra essere molto ribassista. Questo non influisce il mio punto di vista sulla prospettiva a lungo termine per il petrolio, ma gli investitori non dovrebbero essere sorpresi nel vedere una ulteriore volatilità nel prossimo futuro.






Tag: pertrolio, investire in petrolio, andamento petrolio, prezzi petrolio, settore petrolio, titoli petrolio, BHI, investire azioni BHI, azioni BHI

Le informazioni e i dati sono ritenuti accurati, ma non ci sono garanzie. Domino Solutions non è un consulente d'investimento e non offre consigli specifici di investimento. Le informazioni qui contenute sono solo a scopo informativo.


SEGUI I NOSTRI ALERT GRATIS
Vorrei essere informato gratuitamente
tramite email ogni volta che modificate
il vostro portfolio One Million Dollar


SEGUICI SU GOOGLE+
ADV
ULTIMI ARTICOLI
2017-07-21 Molto spesso le azioni del settore tecnologico sono considerate per trader giovani che hanno tempo per resistere alle tempeste inevitabili che portano. Abbiamo eseguito un'analisi del settore in base anche alle trimestrali che stanno uscendo in questo periodo e Microsoft (MSFT) mi ha colpito particolarmente, ancora una volta fa un surprise e sembra...
2017-07-19 I prezzi del petrolio greggio saliranno mediamente tra i 53 dollari al barile nel 2017 fino a 56 dollari al barile nel 2018. L'amministrazione statunitense per l'energia ha reso noto un report che mostra queste previsioni. La volatilità non sarà così male come nel 2016. I trader di commodities hanno alzato anche il livello di prezzo nei loro contra...
2017-07-17 Venerdì negli Stati Uniti sono stati resi noti dei dati economici piuttosto deboli, che hanno svolto il ruolo maggiore nel successivo andamento della coppia EURUSD, anche perché ci si sta cominciando a chiedere se la Federal Reserve sarà in grado di innalzare i tassi d’interesse senza alcun tipo di slancio dell’economia, e questo naturalmente non f...
2017-07-14 I futures dello zucchero, una materia prima fondamentale in tutto il mondo, sono scesi al minimo di 10,13 centesimo per libbra dall'Agosto 2015, ultimo minimo registrato. Il prezzo basso ha causato un rallentamento della macinazione e la domanda ha cominciato ad aumentare i prezzi. La mancanza di forniture ha causato un disavanzo dove la domanda er...
2017-07-13 Nel 1972 prende il via a Rimini l'attività della Società, all'epoca sotto la denominazione sociale di M.A.R.R., Magazzini Alimentari Riuniti Riminesi di Ceccarelli - Sberlati & C. s.n.c., per la fornitura e distribuzione di prodotti alimentari a ristoranti ed alberghi della riviera romagnola. Nel 1979 entra nel capitale il Gruppo Cremonini. Qua...
DOMINO SOLUTIONS CONSIGLIA
Investire come Warren Buffett: Strategie di acquisizione e value investing per guadagnare in borsa
CATEGORIA ARTICOLI

Analisi ETF
Analisi Tecnica
Economia generale
Grandi investitori
Materie prime
Report Domino
Società analizzate
Valute
Warren Buffett
Ultimi Articoli
come investire i risparmi, investire 50000 euro, ETF mercati emergenti, giocare in borsa, investimenti sicuri, scalping trading, forex scalping strategies, short etf, investire in oro, etf cina, come investire in azioni
come investire 30000 euro, come investire 20000 euro, come investire denaro oggi, come investire i risparmi oggi, investire in oro conviene, come investire 60000 euro, portafoglio ETF, migliori azioni 2015
ETF metalli preziosi, come investire nel 2016, come investire 2016
Domino Solutions
Via Amilcare Arletti 5 41012 Carpi, Emilia Romagna Italia
info@dominosolutions.it
Tel: +39059665319