www.dominosolutions.it - giuseppe@dominosolutions.it
EURUSD, la parità arriverà nel 2016
27-11-2015

Ormai è solo una questione di pochi mesi e la parità tra le valute Euro e Dollaro sarà una realtà. Le probabilità aumentano giorno dopo giorno grazie alle politiche monetarie dei paesi che, con le loro rispettive riunioni, a Dicembre potrebbero metter fine alle contrastanti situazioni sui tassi di interesse e la lotta all'inflazione.

Secondo il famoso economista, Alex Cukierman, il quale ha lavorato presso varie banche centrali come consulente, il cambio EURUSD rimane il più scambiato al mondo e un qualsiasi cambiamento delle politiche monetarie avranno, ovviamente, un impatto pesante sui tassi di cambio. I movimenti dei tassi di cambio si basano generalmente sulle informazioni fornite nelle dichiarazioni e conferenze stampa rilasciate da parte della Fed e BCE prima delle loro rispettive riunioni.

I tassi di cambio sono influenzati dalla domanda e offerta di moneta e l'offerta è controllata dalle politiche monetarie delle banche centrali. Oltre a questo ci sono fattori importanti come il deficit del paese, la sua inflazione, le speculazioni sul cambio e molti altri che possono in qualche modo influenzare non solo il cambio stesso, ma anche la scelta su determinate politiche monetarie. Consigliamo anche la lettura dell'articolo la fed e i tassi di interesse, una storia infinita che fa male ai mercati

In questo periodo come si stanno comportando i due paesi ? La BCE continua con la sua linea dura e il suo QE pronto ad alzare i livelli nel caso in cui ci fossero problemi sulla crescita dell'Eurozona, la FED invece il 3 Dicembre deciderà se alzare o no i tassi, ormai sembra cosa fatta, dando così il via ad un rafforzamento ulteriore del dollaro avvicinandolo sempre più alla parità.

EURUSD parità anno 2016 con rialzo dei tassi di interesse. Questo grafico mostra il cambio EURUSD negli ultimi 5 anni con RSI e MACD

A Francoforte il prossimo 3 Dicembre, come abbiamo anticipato, ci sarà la riunione della BCE che precederà quella della FED in serata. Se volessimo dare uno sguardo ai mesi scorsi, una cosa simile avvenne il 22 Ottobre quando Mario Draghi, in una riunione, suggerì che ci sarebbe stato un allentamento del QE, in quel caso l'Euro perse l'1.5% nei confronti del dollaro. Al contrario, il dollaro si è rafforzato raggiungendo il massimo di tre settimane contro l'euro dopo che la BCE fornì alcuni suggerimenti che suggerivano un abbassamento dei tassi di deposito sotto lo zero.

Se a Dicembre la BCE punterà ancora su un allentamento della politica monetaria, vedremo un massiccio acquisto di Bond, il che porterà di conseguenza a più Euro immessi nel mercato rendendo la moneta più conveniente. Se pensiamo ad un livello macroeconomico allora possiamo ipotizzare importazioni più costose per l'Eurozona ma al tempo stesso un livello di esportazioni maggiori dato che l'Euro sarà più debole.

In conclusione l'inflazione nella zona Euro aumenterebbe ai livelli segnalati come obiettivo dalla BCE grazie allo stimolo, questo indurrà gli investitori a fare un dumping degli strumenti in Euro nella speranza di ottenere guadagni migliori con una valuta più forte e stabile. Ora pensiamo alla FED, ormai l'alzamento dei tassi di interesse è cosa fatta, gli indicatori macroeconomici mostrano un chiaro segnale di ripresa, seppur lenta, del'economia, la disoccupazione e controllata e l'inflazione sta salendo, ergo un rialzo a Dicembre crediamo sia ormai certo.

Il 27 Ottobre 2015, il verbale della FED citava:
Alcuni pensavano che c'erano già le condizioni per avviare il processo di normalizzazione della politica dei tassi. La maggior parte dei di loro prevede che, in base alla loro valutazione della situazione economica attuale e le loro prospettive per l'attività economica, il mercato del lavoro, e l'inflazione, queste condizioni potrebbero ben essere soddisfatte nella prossima riunione di Dicembre



Copyright © 2006-2013 Domino Solutions Dominosolutions.it
è un database del gruppo
Domino Solutions
P.IVA 02821060361

Domino Solutions
Via Amilcare Arletti 5 41012 Carpi, Emilia Romagna Italia
info@dominosolutions.it
Tel: +39059665319