www.dominosolutions.it - giuseppe@dominosolutions.it
I primi 20 titoli ad alto dividendo di Warren Buffett (parte 1/4)
25-07-2016

Per tutti coloro che sono alla ricerca di un reddito corrente che superi le obbligazioni, un’ottima soluzione sono i titoli con elevati dividendi. Sicuramente non è semplice trovare azioni di alta qualità con elevati dividendi e non è sicuramente simpatico imbattersi in titoli con elevati rendimenti che hanno tagliato i loro dividendi dopo poco tempo. Ecco che Warren Buffett entra in gioco, visto che il suo portafoglio è pieno di aziende di ottima qualità con dividendi.


Buffett ha aumentato la sua ricchezza investendo e acquisendo attività con forti vantaggi competitivi tradate a prezzi equi o anche più bassi. Gli investitori sanno che Warren Buffett cerca qualità, ma pochi sanno la percentuale in cui investe in titoli con dividendo. Il 92% del suo portafoglio è investito in azioni con dividendo. I suoi primi 4 titoli hanno un dividend yield medio del 3,1% (e rappresentano il 62% del suo portafoglio) e molte delle sue azioni hanno aumentato i loro dividendi nel corso di decenni, inoltre Buffett preferisce investire in aziende cosiddette amiche degli azionisti con lunghi periodi di successo.


Questo articolo diviso in 4 parti esamina le 20 aziende con elevati dividendi del portafoglio di Warren Buffett.


Finanziari
American Express (AXP)

American Express è una delle principali aziende di Warren Buffett e costituisce il 7,2% del suo portafoglio. Ha acquistato il titolo nel 1964, un investimento da considerare a lungo termine. American Express è un fornitore di carte di credito con ampio riconoscimento da parte dei consumatori. La società attualmente ha una capitalizzazione di mercato di oltre $ 58 miliardi. Solo Visa (V) e MasterCard (MA) hanno capitalizzazioni di mercato più grandi nel settore dei servizi creditizi. American Express è stata fondata nel 1850 da Henry Wells e William Fargo. Wells e Fargo hanno anche fondato la banca Wells-Fargo, altro investimento di lungo periodo di Buffett.


Pur essendo un’attività ben consolidata, American Express continua a mostrare una solida crescita. La società ha aumentato i suoi utili per azione del 7% all’anno negli ultimi dieci anni. Il riacquisto di azioni, pari al 4% ogni anno negli ultimi 10 anni, ha contribuito a realizzare il suo tasso di crescita negli ultimi dieci anni, inoltre sono 38 anni che la società aumenta o mantiene stabile il suo dividendo, pari oggi al 1,9%. La società concentra i suoi servizi di credito su quelli che hanno con buon rating, di conseguenza, subisce minori perdite per credit non riscossi rispetto alla media del settore. American Express ha sofferto, inutilmente quando Costco (COST), altro titolo di Buffett – ha annunciato la fine della partnership con American Express come esclusiva carta di credito. Questo ha causato American Express al commercio per un prezzo d’occasione. La società attualmente ha un rapporto prezzo-utili di appena 12.3. Questo sembra essere di gran lunga troppo basso per un biglietto da visita di credito di alta qualità.



M&T Bank Corporation (MTB)

M&T Bank Corporation è una holding bancaria con ~ 800 sedi in tutta la East Coast, è cresciuta fino a diventare una delle 15 più grandi banche degli Stati Uniti ed è una delle poche banche che non ha tagliato il pagamenti dei dividendi durante la Grande Recessione dal 2007 al 2009.


L’azienda è molto apprezzata per la sua natura conservatrice. M&T Bank Corporation non ha aumentato la sua espansione utilizzando prestiti a rischio, questa sua natura conservatrice ha prodotto risultati fenomenali per gli azionisti nel lungo termine. L’azienda ha prodotto il 18,9% di rendimenti complessivi annualizzati per gli azionisti dal 1980, inoltre mantiene il ROE e il ROA più elevati del settore. L’aumento dei tassi di interesse sono un catalizzatore per l’azienda, in quanto portano ad un maggiore spread sugli interessi maturati sui depositi rispetto agli interessi pagati. La banca ha un rapporto PE di 15,9 e ai prezzi correnti sembra aver un valore equo. M&T Bank Corporation ha un dividend yield del 2,4%, e la combinazione di crescita stabile, valutazione equa e dividend yield solido dovrebbe far gola agli investitori che sono alla ricerca di un’azione bancaria.



US Bancorp (USB)

US Bancorp è leader del settore bancario nel rendimento delle attività, return on equity, e rapporto di efficienza, questo ci fa capire perché Warren Buffett ha investito miliardi del portafoglio della Berkshire Hathaway in US Bancorp.


Questa azienda non è solo redditizia, è anche amichevole con gli azionisti, ha un payout del 30/40% e utilizza circa dal 30% al 40% degli utili per il riacquisto di azioni proprie. Questo equivale ad un 5,7% di rendimento per gli azionisti, inoltre l’azienda ha fatto crescere le sue attività del 7,5% all’anno negli ultimi 10 anni. Il suo P/E è di appena il 12,7. Durante la recessione 2007/2009 l’azienda è stata redditizia, anche se ha tagliato il suo dividendo in modo significativo.


Nota:


la metrica finanziaria “indice di efficienza” è calcolata dividendo le spese prima degli interessi passivi per le entrate totali.


 



Wells Fargo (WFC)

Wells Fargo è la 2° più grande azienda nel portafoglio della Berkshire Hathaway, questo perché Warren Buffett ha il 18,0% del suo portafoglio assegnato a Wells Fargo. L’azienda è cresciuta fino a diventare la più grande banca degli Stati Uniti sulla base dei suoi $ 244.000.000.000 di capitalizzazione di mercato.


La società è una delle sole 34 società blue chip dello S&P 500 che opera da più di 100 anni e ha un dividend yield del 3%. Negli ultimi 10 anni la sua crescita è stata impressionante, aumentando il suo book-value per azione del 12% all’anno. Inoltre non ha mai assunto rischi inutili ed è riuscita a mantenere la redditività in tutta la Grande Recessione del 2007-2009. Anche se ha tagliato il pagamento dei dividendi nel 2009 e di nuovo nel 2010. Il marchio Wells Fargo è ben noto negli Stati Uniti, ha un’ottima reputazione per fiducia e un buon servizio. L’aumento dei tassi di interesse sono un catalizzatore per l’azienda, in quanto portano ad un maggiore spread sugli interessi maturati sui depositi rispetto agli interessi pagati. Wells Fargo attualmente scambia per un rapporto P/E di appena 11,7, che è ben al di sotto dei 20 dello S&P 500.



Industriali
United Parcel Service (UPS)

United Parcel Service è la più grande società di trasporto merci e consegne quotata in borsa nel mondo. L’azienda è stata fondata a Seattle nel 1907. Oggi ha capitalizzazione di mercato di $ 96 miliardi di dollari, a confronto, FedEx (FDX) ha una capitalizzazione di mercato di $ 41 miliardi di dollari.


United Parcel Services è un’azienda globale con ~2.000 strutture operative e ~100.000 veicoli nella sua flotta.

Maggiore è la rete di distribuzione creata e maggiore diventa il suo vantaggio competitivo e questo le permette di mantenere i prezzi più bassi. L’azienda ha un forte vantaggio competitivo che non potrà che diventare più forte in quanto continua a crescere. L’industria della corrispondenza negli Stati Uniti è un oligopolio in gran parte dominato da soli 3 giocatori: Fed Ex (FDX), United Parcel Service e United States Post Office. Dei tre, solo le due società quotate in borsa sono redditizie. United States Post Office si aspetta perdite per $ 2 miliardi all’anno. UPS e Fed Ex combinati fanno circa $ 6 miliardi l’anno. Le vendite al dettaglio effettuate online continueranno a guidare la crescita di UPS, visto che sono destinate a crescere circa 4 volte più velocemente del PIL mondiale nel corso dei prossimi anni. Inoltre l’azienda sta beneficiando della crescita nei mercati emergenti, avendo concentrato la sua crescita internazionale negli ultimi 20 anni. In totale, l’azienda si aspetta dal 6% al 12% di crescita degli utili per azione per il futuro. Sono diversi decenni che la società aumenta i dividendi ed è un attività a basso rischio in un settore piuttosto lento nei cambiamenti. Inoltre ha effettuato riacquisti in media del 2% all’anno. UPS sembra un po sopravvalutata ai prezzi correnti ha un rapporto P/E di circa 18,3.



Deere & Company (DE)

Deere & Company è il più grande produttore di attrezzature agricole al mondo e le sue attività sono a livello globale. Ha una grande quota di mercato in: Brasile, Russia, India, Cina, Europa e Stati Uniti.


Le sue attività stanno subendo un calo temporaneo, vista la sua ciclicità e la sua dipendenza ai prezzi dei cereali. Questo perché gli agricoltori tenere a bada i grandi investimenti, quando i loro flussi di cassa diminuiscono a causa dei bassi prezzi del grano. Deere & Company prevede un fatturato in calo del 10% nel 2016 e l’utile in diminuzione circa del 7% rispetto all’anno precedente. Nonostante la debolezza del settore però, Deere & Company rimane un investimento sicuro sul lungo termine. La società paga circa $ 800 milioni all’anno in dividendi. Anche durante i livelli bassi del settore, la società prevede di effettuare circa $ 1,3 miliardi di profitti nel 2016 per un payout del 62%. La società ha pagato dividendi stabili o in aumento per 27 anni. C’è una ragione se Warren Buffett ha investito nella società, questa ha un forte vantaggio competitivo, che deriva dal riconoscimento del suo marchio e dalla reputazione di qualità. Il vantaggio competitivo le ha dato una quota di mercato del settore attrezzature agricole del 60% negli Stati Uniti e in Canada. Deere & Company ha una media di crescita degli utili per azione del 12,8% all’anno dai minimi del 2009 all’anno fiscale 2015. Quando l’industria agricola cresce, Deere vede un aumento dei suoi utili, e dovrebbe continuare a fornire un 10% di crescita, che combinato con il suo dividend yield di circa il 3%, dovrebbe fornire agli investitori un rendimento totale del 13%. Il suo P/E decennale è di circa 15, il che porta a pensare che sia sottovalutata oggi.





Copyright © 2006-2013 Domino Solutions Dominosolutions.it
è un database del gruppo
Domino Solutions
P.IVA 02821060361

Domino Solutions
Via Amilcare Arletti 5 41012 Carpi, Emilia Romagna Italia
info@dominosolutions.it
Tel: +39059665319