www.dominosolutions.it - giuseppe@dominosolutions.it
Warren Buffett, i punti importanti della annuale lettera agli azionisti
01-03-2017

L'investitore miliardario Warren Buffett attira sempre un grande pubblico con la sua lettera annuale agli azionisti Berkshire Hathaway, ma l'edizione di quest'anno non ha rivelato più di quanto abbia fatto in passato. Denominato il Saggio o l'Oracolo di Omaha, Warren Buffett è ampiamente considerato come uno degli investitori di maggior successo nella storia. La conglomerata Berkshire Hathaway è una delle più grandi aziende americane e ha decine di società controllate, ferrovie, assicurazioni, tecnologiche ed energetiche. La Berkshire Hathaway ha registrato una capitalizzazione intorno i 420 miliardi di dollari nel 2016 con un fatturato intorno ai 24 miliardi di dollari di utile netto. Buffett è al terzo posto della classifica Forbes degli uomini più ricchi del mondo.

Puoi leggere la lettera originale cliccando qui.

La lettera rilasciata Sabato descrive le prestazioni delle oltre 90 aziende che Berkshire possiede. Ma a parte questo, Buffett ha utilizzato il resto della lettera per ribadire i punti chiave sull'economia e gli investimenti futuri. Il miliardario si è soffermato su questi argomenti anche nel corso di una apparizione televisiva di tre ore Lunedi 27 Febbraio su CNBC. Ecco alcuni punti salienti di ciò che l'86enne presidente e amministratore delegato ha detto di Berkshire.

Meglio evitare le linee aeree?

Buffett ha sollevato le sopracciglia lo scorso autunno quando ha investito più di 9 miliardi di dollari in azioni di compagnie aeree dopo anni in cui ha sollecitato gli investitori di stare lontano dal settore del trasporto aereo. Berkshire è oggi uno dei più grandi azionisti di American Airlines (AAL), Delta Air Lines, United Continental (UAL) e Southwest (LUV). La domanda allora nasce spontanea, cosa è cambiato? Ha offerto una spiegazione per il suo cambiamento di rotta verso le compagnie aeree, sottolineando come siano migliori aziende dopo il consolidamento del settore.

Nel 2008 infatti, nella classica lettera agli investitori, Buffett aveva etichettato le compagnie aeree come il peggior tipo di attività perché crescono rapidamente ma richiedono significativi investimenti per crescere guadagnando poco. Intanto all'inizio di questo mese, Berkshire ha riferito di aver raddoppiato la sua posizione all'8,79% di American Airlines e ha aumentato di 2 miliardi di dollari di Southwest.

Buffett ha detto che la partecipazione di Berkshire in American Airlines Group è stato supervisionata da uno dei suoi due gestori di investimenti, Todd Combs e Ted Weschler. Le persone vicine alla vicenda hanno già detto che Weschler, 55, ha studiato il settore del trasporto aereo lo scorso anno dopo aver visto una presentazione dal CEO americano Doug Parker, il quale sosteneva che il consolidamento si era concluso e il ciclo che aveva afflitto la sua compagnia e concorrenti per decenni era terminato.

Warren Buffett, linee aeree, settore trasporto aereo, LUV, Delta Airlines, American Airlines

I vantaggi dei fondi a basso costo e i fallimenti

Buffett continua spiegando ancora una volta i vantaggi dei fondi indicizzati a basso costo. Ha detto che stima che i ricchi investitori che si affidano a consulenti a costi elevati hanno sprecato più di 100 miliardi nel corso degli ultimi dieci anni. Può essere estremamente difficile per gli investitori determinare se un gestore di fondi ha la rara capacità di sovraperformare il mercato azionario. Quindi Buffett ha sottolineato il perchè la maggior parte degli investitori non provano nemmeno a cercare i migliori.

Il gestore di investimenti, Cole Smead, ha riferito che secondo il suo parere Buffett ha esaltando troppo le virtù della Berkshire, evitando di parlare dei fallimenti come Tesco o addirittura come il tentativo d'acquisto da 143 miliardi da parte di Krafth nei confronti di Unilever, dove la stessa Berkshire ha partecipato con 3G Capital. Smead continua dicendo come Buffett e il suo partner, il 93enne, Charlie Munger, sembrano preoccupati per come l'eredità della Berkshire possa essere percepita.

Detto questo Buffett ha ribadito la sua visione a lungo termine per un'America prospera, ma soprattutto spera in una guida chiara della politica di quest'anno.
Ripeto quello che ho detto in passato e ripeterò nei prossimi anni: I bambini nati in America oggi sono il raccolto più fortunato nella storia

Sottolineando in questo modo come secondo il suo parere l'economia sarà "OK" sotto la presidenza Donald Trump. Buffett è un democratico di lunga data ed ha sostenuto Hillary Clinton nella campagna dello scorso anno.

Incrementa la sua posizione in Apple

Certo, nel portafoglio di Berkshire di quei fondi passivi ancora non ce ne sono: vederne entrare uno sarebbe la vera rivoluzione. Per ora Warren Buffett continua a fare investimento attivo, scegliendo con cura le società e i segmenti su cui puntare. Eppure nella lettera non c'è nessun dettaglio sulle operazioni più recenti e più discusse di Berkshire.

La scelta di uscire definitivamente da Wal-Mart, quella di entrare con decisione in due compagnie aeree come American Airlines e Delta, la scomoda partecipazione nella banca Wells Fargo, travolta dallo scandalo dei conti aperti all'insaputa dei clienti.

Né le ragioni della rinnovata fiducia nell'acquistare ancora azioni Apple, che lo ha portato - si è scoperto lunedì - a raddoppiare la partecipazione nella compagnia da dicembre a oggi: 133 milioni di azioni, per un valore di 18 miliardi di dollari. L'Oracolo di Omaha si è però lanciato in una difesa delle aziende che fanno "buyback", cioè che usano il denaro in cassa (o ne prendono in prestito) per ricomprare le proprie azioni, anziché investire.

Di seguito vi mostriamo il portafoglio aggiornato di Warren Buffett con le 20 società principali.

portafoglio warren buffett 2016, linee aeree, settore trasporti, discorso trump



Copyright © 2006-2013 Domino Solutions Dominosolutions.it
è un database del gruppo
Domino Solutions
P.IVA 02821060361

Domino Solutions
Via Amilcare Arletti 5 41012 Carpi, Emilia Romagna Italia
info@dominosolutions.it
Tel: +39059665319