Accedi a Domino Solutions

Inserisci i tuoi dati per accedere.

Recupera password

×

Anche i grandi investitori commettono errori, ma continuano ad incassare miliardi

Le informazioni e i dati sono ritenuti accurati, ma non ci sono garanzie. Domino Solutions non è un consulente d'investimento e non offre consigli specifici di investimento. Le informazioni qui contenute sono solo a scopo informativo.
Warren Buffett e George Soros sono due dei più grandi investitori di tutti i tempi. Il primo è in questo momento la seconda persona più ricca degli Stati Uniti e un nome famigliare, avendo portato la Berkshire Hathaway (BRK.B) a diventare una delle aziende di maggior successo al mondo. Il secondo è diventato il 17° uomo più ricco degli Stati Uniti attraverso una carriera di investimenti, e lui si è fatto un nome con una scommessa di successo contro la sterlina inglese che gli ha permesso di guadagnare 1 miliardo e il soprannome di "L'uomo che ha distrutto la Banca d'Inghilterra".

Sebbene Buffett e Soros siano persone di grande successo, hanno fatto numerosi errori nel corso degli anni. Il come affrontare, ridurre e imparare dai propri errori è stata una delle chiavi del loro successo. In questo articolo tratteremo il loro processo e anche, come poter commettere grandi errori e avere ancora successo.

Warren Buffett offre un grande esempio, ha avuto una posizione in Tesco, la catena di alimentari dominante nel Regno Unito, dal 2006. Nel 2012, ha aumentato la sua partecipazione in Tesco, al punto di possedere il 5% della società, anche se i risultati della società stavano soffrendo negli Stati Uniti, così come nel Regno Unito, in quanto l'azienda si era espansa in tutto il mondo. Mentre Buffett ha fatto la sua mossa quando l'attività veniva scambiata con una stima bassa, non si rendeva conto, però di quanto le cose sarebbero andate male per Tesco.

Il business ha continuato a peggiorare e la pressione sulla gestione è cresciuta. Il management ha ridotto le sue previsioni per l'anno 2014, segnalando che i dirigenti avevano sottovalutato quanto la situazione era realmente brutta, ma Buffett ha tenuto il titolo. Ad agosto, il titolo era sceso del 35% da inizio anno. Buffett avrebbe risparmiato un sacco di soldi se avesse abbandonato la sua posizione. Nel mese di settembre, la società ha annunciato che i suoi utili sono stati sopravvalutati di 250 milioni di sterline per i primi sei mesi di quest'anno. Il titolo è ora giù del 44% nel 2014, il 35% al di sotto da dove Buffett aveva preso la sua posizione. Buffett in un'intervista con la CNBC ha detto: "Ho fatto un errore su Tesco. Questo è stato un mio errore madornale."
Il mio quadro concettuale, che sottolinea in sostanza l'importanza dei malintesi, mi rende estremamente critico riguardo alle mie decisioni. So che io sbaglierò e quindi sono più propenso a correggere i miei errori.

Questa citazione di Soros è utile per rammentare agli investitori che tutti possono sbagliare. Negli investimenti, state facendo molto bene se il 60% delle vostre operazioni risultano essere giuste, quindi è importante riconoscere che si commettono errori. Questo vi aiuterà a riconoscere e correggere quegli errori il più rapidamente possibile. Se uno dei titoli che si possiede è giù, è necessario determinare se si è commesso un errore nel valutare l'azione o se il motivo per l'acquisto del titolo è ancora valido e quindi vale la pena mantenere la propria posizione.



Lo stesso vale nel caso opposto. Se non mi aspettavo molto da un'attività che poi ha visto notevolmente migliorare i risultati, potreste non essere inclini a venderla dopo aver perso il balzo di prezzo. Alla fine, in ogni caso, la soluzione è sempre quella di rivalutare il titolo o lo strumento su cui abbiamo investito. Limitare l'impatto dei vostri errori, questo ci porta ad un altra grande citazione di Soros:
Non è importante se voi abbiate ragione o torto, ma è importante quanti soldi fate quando avete ragione e quanti ne perdete quando avete torto

Mentre Soros si è sbagliato diverse volte, ha però limitato le perdite, quindi le sue buone operazioni hanno più che compensato quelle cattive. Ad esempio, ha acquistato una partecipazione del 7,9% in JC Penney (JCP) all'inizio del 2013, dopo che il CEO, ex dirigente di Apple (AAPL) Ron Johnson, ha lasciato l'azienda. L'idea generale era che il ritorno ai vecchi metodi di fare affari, avrebbe riportato i consumatori. Tuttavia, le vendite non sono tornate come sperato e il titolo ha continuato a diminuire. Invece di aspettare il miglioramento del titolo e recuperare l'investimento, Soros è uscito dalla sua posizione entro la fine dell'anno, con una perdita netta del 40%-50%, al fine di liberare capitale per investimenti migliori. Tuttavia, mentre questa era una considerevole percentuale di perdita, la posizione era abbastanza piccola da non creare enormi problemi nei risultati di Soros. Ha limitato questo investimento rischioso dal suo fondo. Il fondo di Soros ha realizzato 5,5 miliardi di dollari lo scorso anno in numerose altre aziende.

Lo stesso vale per Buffett, il quale ha perso circa 1 miliardo in Tesco. Nella peggiore delle ipotesi, se il titolo dovesse andare a zero, le perdite saranno limitate dal suo investimento complessivo, che ora è circa di 1,7 miliardi di dollari. Eppure Buffett ha fatto decine di miliardi in numerosi altri investimenti durante lo stesso periodo, tra cui una cifra stimata in 15 miliardi sul suo acquisto nel 2009 della ferrovia Burlington Northern Santa Fe. La chiave del successo di Buffett e Soros è avere un processo che limita la quantità delle loro perdite quando sono sbagliate. Poi imparano dai loro errori e diventano degli investitori migliori col tempo.

Tutti commettiamo errori nell'investire, è inevitabile. Quello che si può controllare è la dimensione degli investimenti. Limitare l'esposizione negli investimenti ad alto rischio e diversificare il vostro portafoglio in modo che una grave perdita non vi stritoli. In questo modo è possibile riprendersi da tali perdite ed andare avanti, diventando un investitore più saggio.

TESTIMONIANZE

Semplicemente grandiosi. Un passo avanti rispetto agli altri e non c'è che dire. Ho provato il servizio Telegram e ho potuto interagire con loro. Gentilissimi e impeccabili. Grande stima, continuate cosi.
Antonio Bagaglia
Sono abbonato da 4 anni e sono pienamente soddisfatto sia in termini di resa dei loro servizi sia come assistenza al cliente
Fausto Vedova
Sto collaborando con loro da meno di un anno, mi sembra di conscerli da una vita , mi stanno dando dei risultati a dire poco eccellenti,sopratutto in questi momenti ,pochissimi titoli negativi, ritengo la loro serietà qualcosa di straordinariamente rara e preziosa, io li ritengo oltre che ad esperti professionisti, anche amici, avuto la fortuna di conoscerli di persona , grazie aggiornamento, ad oggi, e da molto tempo che collaboro oramai, non e cambiata assolutamente la mia opinione, anzi sono contento perche hanno con il tempo aggiornato e ampliato i servizi.
Sempre seri, presenti, gentili, onesti.
Consigliato a tutti quelli interessati!!
Un cordiale saluto.
Grazie del lavoro che state svolgendo!
Maurizio Carnazzo
Reputo la Domino Solutions una società leader nel settore finanziario. Analizza il mercato in in maniera impeccabile ed i loro servizi,le loro analisi e reportistica che inviano di volta in volta ai clienti sono sempre precise e visionarie, sicure al 99%. All'inizio ero titubante, ma col passare del tempo, con la loro serietà hanno convinto me e molti altri a dare loro fiducia e devo dire che in un solo anno ho avuto un guadagno del circa 35% sul capitale investito. Sempre gentili e veloci nel rispondere al cliente.
Daniele Cecchetti
Leggi tutte le testimonianze
DOMINO SOLUTIONS 2018 All rights reserved | Via Baldassarre Peruzzi, 26 41012 Carpi (MO) Italy | P.IVA IT02821060361 - Cookie policy Copyright © 2006-2018
Domino Solutions
Via Amilcare Arletti 5 41012 Carpi, Emilia Romagna Italia
info@dominosolutions.it
Tel: +39059665319