Accedi a Domino Solutions

Inserisci i tuoi dati per accedere.

Recupera password

×

Il panorama energetico globale sta mutando enormemente

Le informazioni e i dati sono ritenuti accurati, ma non ci sono garanzie. Domino Solutions non è un consulente d'investimento e non offre consigli specifici di investimento. Le informazioni qui contenute sono solo a scopo informativo.
Il cambiamento energetico nel panorama mondiale nei prossimi 20 anni sarà così rapido che nessuno si aspettava danni così pesanti in pochi mesi. Cosa ci aspetterà il futuro ? Il gas naturale e il calo delle emissioni, il carbone che diventerà sempre meno importante, il petrolio sull'orlo del baratro e le energie rinnovabili sempre più alla portata, compreso il nucleare.

La Banca Mondiale ha tagliato le sue stime per la maggior parte delle materie prime a livello mondiale nel suo Commodity Markets Outlook trimestrale pubblicato martedì, dal momento che le economie emergenti stanno affrontando una frenata più forte del previsto. L'agenzia con sede a Washington ha avvertito che un eccesso di offerta nei mercati delle materie prime - che hanno fatto crollare i prezzi nel 2015- continuerà a dominare il mercato fino anche nel 2016.

I prezzi del petrolio sono vicini a un quarto del loro livello di 18 mesi fa. Nel corso degli ultimi due anni l'offerta di petrolio è cresciuta ad un ritmo più forte dell'ultimo decennio, alimentata dalla rivoluzione dello shale negli Stati Uniti. La Cina, il mercato in crescita più importante al mondo come domanda di petrolio, è in preda ad un riequilibrio fondamentale della sua economia. E gli impegni assunti in occasione delle riunioni sui cambiamenti climatici COP21 a Parigi hanno sollevato un punto interrogativo sulle prospettive a lungo termine di tutti i combustibili fossili.

Domanda di Petrolio nel mondo secondo IEA in milioni di barili col prezzo del Brent in dollari nel 2016


Sempre il rapporto della Banca Mondiale dice che c’è la possibilità per i prezzi delle materie prime di iniziare leggermente a salire nel corso dei prossimi due anni, ma ha aggiunto che l'economia globale sta affrontando rischi significativi di un rallentamento più profondo. La Banca ha rivisto le sue previsioni di crescita per le economie emergenti e in via di sviluppo al 4 per cento quest'anno, in calo rispetto alle precedenti attese del 4,6 per cento.

Sulla base di queste tendenze, e anche col potenziale aumento della produzione iraniana, il mercato del petrolio rischia di avvicinarsi ad un punto davvero critico quest'anno. Da cui ci vorrà tempo per risollevarsi. Ma sembra probabile che il mercato mostrerà almeno alcuni segni di svolta entro la fine di quest'anno. Tra l'altro recentemente gli Stati Uniti hanno stretto un accordo sul nucleare con l’Iran, fino a qualche tempo fa definito Stato Canaglia, riconoscendolo di fatto come un attore regionale di rilievo. Attraverso questo accordo Washington cerca principalmente di ridefinire un equilibrio mediorientale che coinvolga anche l’Iran.

Ma quale sarà il cambiamento che dovremo attenderci ?

In primo luogo la domanda globale di energia è destinata ad aumentare notevolmente. Mentre l'economia mondiale si espande guidata da economie in rapida crescita dell'Asia, sarà necessaria più energia per alimentare i più alti livelli di standard di attività e di vita. Esattamente quanta energia sarà richiesta dalla forza della crescita globale e il successo delle economie nel migliorare l'efficienza con la quale utilizzeranno tale energia. Anche così, sembra chiaro che un numero significativamente più alto di energia sarà necessario per consentire al mondo di continuare a crescere e prosperare.

In secondo luogo, la tipologia di energia è destinata a cambiare sostanzialmente. Gli impegni assunti a Parigi, supportati dal migliorare la tecnologia, spingono verso energie rinnovabili destinate a crescere rapidamente. Quelle stesse forze che attualmente sostengono un periodo d'oro per il gas naturale. Le prospettive per il petrolio sono meno robuste, anche se il probabile raddoppio del numero di veicoli sul pianeta nei prossimi 20 anni dovrebbe garantire un mercato in crescita. Il perdente principale sembra destinato ad essere il carbone, la Cina, spinge verso un più sostenibile modello di crescita energetico di cui il carbone non fa parte, società come Alliance Resource Partners (ARLP) saranno le sconfitte nel prossimo futuro.

Una eventuale perdita del carbone sarà una "boccata di ossigeno" per l'ambiente, col rallentamento significativo nella crescita delle emissioni di anidride carbonica rispetto ai 20 anni precedenti. Questo declassamento della materia prima segna un passaggio verso termini di efficienza energetica a combustibili a basso carbonio. Tuttavia in base alla prospettiva politica attuale, tali miglioramenti sono improbabili possano apportare un forte calo delle emissioni di carbonio chiesto a Parigi.

TESTIMONIANZE

Semplicemente grandiosi. Un passo avanti rispetto agli altri e non c'è che dire. Ho provato il servizio Telegram e ho potuto interagire con loro. Gentilissimi e impeccabili. Grande stima, continuate cosi.
Antonio Bagaglia
Sono abbonato da 4 anni e sono pienamente soddisfatto sia in termini di resa dei loro servizi sia come assistenza al cliente
Fausto Vedova
Sto collaborando con loro da meno di un anno, mi sembra di conscerli da una vita , mi stanno dando dei risultati a dire poco eccellenti,sopratutto in questi momenti ,pochissimi titoli negativi, ritengo la loro serietà qualcosa di straordinariamente rara e preziosa, io li ritengo oltre che ad esperti professionisti, anche amici, avuto la fortuna di conoscerli di persona , grazie aggiornamento, ad oggi, e da molto tempo che collaboro oramai, non e cambiata assolutamente la mia opinione, anzi sono contento perche hanno con il tempo aggiornato e ampliato i servizi.
Sempre seri, presenti, gentili, onesti.
Consigliato a tutti quelli interessati!!
Un cordiale saluto.
Grazie del lavoro che state svolgendo!
Maurizio Carnazzo
Reputo la Domino Solutions una società leader nel settore finanziario. Analizza il mercato in in maniera impeccabile ed i loro servizi,le loro analisi e reportistica che inviano di volta in volta ai clienti sono sempre precise e visionarie, sicure al 99%. All'inizio ero titubante, ma col passare del tempo, con la loro serietà hanno convinto me e molti altri a dare loro fiducia e devo dire che in un solo anno ho avuto un guadagno del circa 35% sul capitale investito. Sempre gentili e veloci nel rispondere al cliente.
Daniele Cecchetti
Leggi tutte le testimonianze
DOMINO SOLUTIONS 2018 All rights reserved | Via Baldassarre Peruzzi, 26 41012 Carpi (MO) Italy | P.IVA IT02821060361 - Cookie policy Copyright © 2006-2018
Domino Solutions
Via Amilcare Arletti 5 41012 Carpi, Emilia Romagna Italia
info@dominosolutions.it
Tel: +39059665319