Accedi a Domino Solutions

Inserisci i tuoi dati per accedere.

Recupera password

×

Le stime di prezzo per il carbone nel 2015

Le informazioni e i dati sono ritenuti accurati, ma non ci sono garanzie. Domino Solutions non è un consulente d'investimento e non offre consigli specifici di investimento. Le informazioni qui contenute sono solo a scopo informativo.
Potrebbe essere un eufemismo dire che il 2014 è stato un anno difficile per l'industria del carbone. Il consumo di carbone negli Stati Uniti è salito quest'anno, ma le esportazioni sono scese molto e i prezzi sono rimasti praticamente piatti. La buona/cattiva notizia è che le stime per il 2015 sembrano essere una ripetizione di questo anno.

I prezzi bassi non sono l'unico vento contrario significativo che l'industria ha affrontato nel 2014. Il trasporto ferroviario di carbone è stato colpito duramente da un aumento delle consegne ferroviarie di greggio. I gestori di impianti di potenza hanno attuato un "just-in-time" sulla gestione delle scorte, significa mantenere scorte basse. Gli operatori sono andati più spesso sul mercato spot, trattenendo contratti con prezzi fissi a lungo termine. Nessuna di queste turbolenze comunque dovrebbe fermare l'andamento.

Secondo la US Energy Information Administration (EIA), le esportazioni di carbone sono diminuite da 118 milioni di tonnellate nel 2013 a 96.000.000 tonnellate nel 2014. Nel 2015, EIA prevede esportazioni di soli 83 milioni di tonnellate, il livello più basso dal 2010. Il carbone venduto a 2,39 dollari per milione di BTU nel 2011 è sceso a 2,35 dollari nel 2013. Sia nel 2014 sia nel 2015, sempre secondo l'EIA, il carbone sarà venduto a 2,36 dollari per milione di BTU.



Forse la notizia peggiore di tutte è che il consumo di carbone nel settore energia, è salito dell'1,2% nel 2014, si prevede un calo dello 0,4% nel 2015, dato che varie centrali elettriche a carbone chiuderanno. Il passaggio al gas naturale ha contribuito non poco ad abbassare il consumo, potrebbe subire la stessa sorte anche il prossimo anno e spingere verso il basso i volumi dei prezzi.

I 7 Peggiore Investimenti del 2014

Un fattore attenuante a favore del carbone è che se i prezzi del petrolio greggio continuano a scendere, l'estrazione del petrolio e del gas negli Stati Uniti rallenterà. Se le società di carbone possono resistere fino al 2016, i prezzi del gas naturale quasi certamente dovranno aumentare la domanda. Se il carbone sarà in grado di stabilire un prezzo base leggermente superiore, l'EIA prevede una discesa del prezzo e dei volumi del gas, e i volumi e prezzi per il carbone potrebbero migliorare notevolmente.

Alliance Resources Partners LP (NASDAQ: ARLP) è l'unica miniera di carbone che ha pubblicato un guadagno nel 2014. Il titolo sta guadagnando circa il 12,5% quest'anno, e con una capitalizzazione di mercato di 3,2 miliardi dollari è ora la seconda più grande miniera di carbone per capitalizzazione di mercato negli Stati Uniti. L'MLP ha pagato un dividendo annuo per azione di 2,55 dollari nel terzo trimestre, in crescita dell'8,5% dalla sua distribuzione nel terzo trimestre di un anno fa.

Il prossimo best performer è stato Consol Energy Inc. (NYSE:CNX), un produttore di gas naturale che nel corso degli ultimi due anni ha fatto molto bene. Giovedì la società ha annunciato che prevede di creare una MLP per le sue operazioni di carbone termico, trasferire la propria attività di carbone metallurgico e prevede un buy-back di 250 milioni in azioni ordinarie. Da inizio anno, CNX ha perso poco meno del 6%. Rimane comunque la migliore miniera negli Stati Uniti per capitalizzazione di mercato con un valore di 8,21 miliardi dollari.

Nel 2014 il titolo peggiore nel settore del carbone è stato sicuramente Alpha Natural Resources Inc. (NYSE:ANR), con la sua perdita del 77% del suo valore di mercato da inizio anno. Negli ultimi due anni, il calo ammonta a circa l'82%. L'azienda ha ridotto i costi, chiuso miniere e licenziato lavoratori, ma i suoi problemi sono iniziati quando ha acquisito Massey Energy per 8,5 miliardi nei primi mesi del 2011. Il prossimo anno la società si svaluterà di 745 milioni dollari in goodwill a seguito di un rallentamento dell'attività economica, la sostituzione di combustibile per la generazione di energia elettrica a causa del gas naturale a basso prezzo, e, recentemente, gli Stati Uniti hanno anticipato normative ambientali che scoraggiano l'utilizzo del carbone.

Peabody Energy Corp. (NYSE: BTU) è scesa quasi del 74% del suo valore di mercato negli ultimi 12 mesi e dell'88% dall'inizio del 2011. Goldman Sachs ha tagliato il rating della miniera mantenendo un obiettivo di prezzo di 13,00 $. Infine il Market Vectors Coal ETF (NYSEMKT:KOL) è sceso del 22% finora nel 2014 ed è giù quasi del 40% negli ultimi due anni. Dei primi 10 titoli del fondo, sei non sono aziende statunitensi, il che aiuta ad ammorbidire le perdite.

TESTIMONIANZE

Semplicemente grandiosi. Un passo avanti rispetto agli altri e non c'è che dire. Ho provato il servizio Telegram e ho potuto interagire con loro. Gentilissimi e impeccabili. Grande stima, continuate cosi.
Antonio Bagaglia
Sono abbonato da 4 anni e sono pienamente soddisfatto sia in termini di resa dei loro servizi sia come assistenza al cliente
Fausto Vedova
Sto collaborando con loro da meno di un anno, mi sembra di conscerli da una vita , mi stanno dando dei risultati a dire poco eccellenti,sopratutto in questi momenti ,pochissimi titoli negativi, ritengo la loro serietà qualcosa di straordinariamente rara e preziosa, io li ritengo oltre che ad esperti professionisti, anche amici, avuto la fortuna di conoscerli di persona , grazie aggiornamento, ad oggi, e da molto tempo che collaboro oramai, non e cambiata assolutamente la mia opinione, anzi sono contento perche hanno con il tempo aggiornato e ampliato i servizi.
Sempre seri, presenti, gentili, onesti.
Consigliato a tutti quelli interessati!!
Un cordiale saluto.
Grazie del lavoro che state svolgendo!
Maurizio Carnazzo
Reputo la Domino Solutions una società leader nel settore finanziario. Analizza il mercato in in maniera impeccabile ed i loro servizi,le loro analisi e reportistica che inviano di volta in volta ai clienti sono sempre precise e visionarie, sicure al 99%. All'inizio ero titubante, ma col passare del tempo, con la loro serietà hanno convinto me e molti altri a dare loro fiducia e devo dire che in un solo anno ho avuto un guadagno del circa 35% sul capitale investito. Sempre gentili e veloci nel rispondere al cliente.
Daniele Cecchetti
Leggi tutte le testimonianze
DOMINO SOLUTIONS 2018 All rights reserved | Via Baldassarre Peruzzi, 26 41012 Carpi (MO) Italy | P.IVA IT02821060361 - Cookie policy Copyright © 2006-2018
Domino Solutions
Via Amilcare Arletti 5 41012 Carpi, Emilia Romagna Italia
info@dominosolutions.it
Tel: +39059665319